СНПЧ А7 Ростов-на-Дону, обзоры принтеров и МФУ

Cos’è il kettlebell

Il kettlebell è una palla di ghisa con una maniglia a un’estremità (vedi foto). La grandezza è variabile: il peso parte – nelle sue taglie ufficiali – da 8 kg e segue i multipli di otto fino a raggiunge i 48 kg con la kettlebell definita dai cultori “the beast”. Negli ultimi anni, per un utilizzo più commerciale, sono entrati in produzione pesi intermedi, in genere partono da 4 kg e seguono i multipli di 2 (4 – 6 – 8 … kg).

Una breve storia…

Il Kettlebell, conosciuto anche come Girya, ha conosciuto la massima notorietà verso la fine del 1800, grazie alla nascita e allo sviluppo della “cultura fisica”, e alla crescente notorietà di vari lottatori del tempo, che si esibivano nelle piazze di allora. In verità, possiamo trovare attrezzi similari anche in alcune iscrizioni dell’antico Egitto; e in Cina, da oltre 2000 anni, i monaci Shaolin utilizzano delle giare rinforzate e riempite di sabbia per particolari esercizi di tonificazione muscolare.

Con l’avvento dei bilancieri e dei manubri con caricamento a dischi, i kettlebells caddero in disuso un po’ ovunque a eccezione dell’impero austro-ungarico e della Russia, zarista prima e sovietica poi, dove divennero l’unico attrezzo di allenamento disponibile a livello scolastico e militare. Vennero codificate ben 3 specialità agonistiche per ripetizioni non stop: strappo a 1 braccio (snatch), distensione a 2 braccia (jerk) e slancio a 2 braccia (long cycle), da eseguirsi con Girye da 16, 24 e 32kg. Intorno all’inizio del ventesimo secolo vennero identificate come specialità di Girevoy sport (sollevamento della Girya).

Lo studio del Girevoy e delle sue possibili applicazioni pratiche ha coinvolto i nomi più illustri della ricerca sportiva: Verkhoschansky, Medvedev, Voropayev e molti altri. Venendo poi ai nostri anni, ritroviamo l’utilizzo del Kettlebell in alcune prove dei cosiddetti “strongest men”, atleti che si misurano in gare di forza con strumenti rudimentali e non con i classici manubri e bilancieri.

Attualmente l’attrezzo viene utilizzato anche dai corpi speciali del servizio segreto americano (US Secret Service Counter Assalt Team), per effettuare una selezione e determinare l’idoneità dei soldati aspiranti a farne parte.

Molte esercitazioni, inoltre, vengono utilizzate in preparazioni atletiche di sport da combattimento e arti marziali; per rinforzare il Core e abituarlo a impatti diretti; per migliorare, aumentando la forza interna dell’addome, la capacità di sopportazione delle compressioni causate dalle prese dei contendenti, così da far fronte a stati di asfissia e difficoltà respiratoria che possono condizionare il rendimento in gara.

Tutti hanno riconosciuto la versatilità e la semplicità d’uso di questo attrezzo, il merito di poter essere utilizzato in qualsiasi piano di allenamento, con l’opportunità di ottenere stimoli allenanti a spettro molto più ampio rispetto al peso classico. I kettlebells permettono anche di sviluppare la forza in tutti i suoi aspetti e raggiungere, mantenendolo facilmente, un ottimo livello di forma.

Da sempre questo attrezzo stabilisce la sostanziale differenza tra il semplice sportivo e il serio praticante: sollevare il kettlebell richiede forza, abilità, destrezza, capacità di presa, coordinazione, stabilizzazione del baricentro rispetto al carico, proprio perché il baricentro del kettlebell è decentrato rispetto all’impugnatura.

Proposta di allenamento a circuito con un Kettlebell

N.B. 4+1 si intende eseguire 4 clean e 1 clean+press e cosi via per gli altri

Pesi iniziali indicativi per approcciare l’attività con i Kettlebell sono:

Donna 8kg - Uomo 16kg

Metodi di allenamento

Metodo bulgaro


Il metodo bulgaro definito anche metodo a contrasto si propone attraverso impegni di forza del tutto opposti, di fornire al sistema neuromuscolare stimoli di allenamento nuovi, inabituali e per questo estremamente efficaci.



Metodo POF


Il metodo P.O.F., che sta per Point Of Flexion, è stato ideato da Steve Holman. La metodica di allenamento si basa sul principio fisiologico per cui un muscolo portato al suo massimo stiramento porterà a una maggiore contrazione delle sue fibre muscolari durante la fase concentrica del movimento.



Allenamento vibratorio


L’allenamento vibratorio di cui molto si parla ultimamente in realtà nasce da studi non recenti e che hanno trovato applicazione prima di arrivare al mondo del fitness, nel campo aerospaziale, nel campo medico e nel campo dell’attività sportiva agonistica.



Gravity Training System


Il GRAVITYSystem è una metodologia di allenamento applicabile a un’ampia varietà di obiettivi del fitness e della salute: dall’ipertrofia muscolare, alla tonificazione e alla perdita di peso, dalla rieducazione articolare e muscolare al miglioramento della performance atletica. 



Fitball Training


Il Core (la muscolatura presente nella parte centrale del corpo) è composto da ben 35 muscoli. Essi operano, con i legamenti e la fascia, per produrre la sincronia dei movimenti o la stabilizzazione del tronco e delle estremità. A tal proposito occorre citare i muscoli più importanti.



Kettlebell


Il kettlebell è una palla di ghisa con una maniglia a un’estremità (vedi foto). La grandezza è variabile: il peso parte – nelle sue taglie ufficiali – da 8 kg e segue i multipli di otto fino a raggiunge i 48 kg con la kettlebell definita dai cultori “the beast”.



TECNICA DI REMATA SU ROW CONCEPT2


Fase 1 _ Il rematore viene portato avanti a gambe piegate, le braccia allungate e il corpo rivolto verso il volano. La trazione inizia con le gambe e le braccia che eseguono tutto il lavoro....                        



ROWING PER I CICLISTI


Una proposta interessante per chi in questo periodo ha messo la bicicletta in garage, e si appresta a cominciare la preparazione invernale. In questo periodo è consigliabile eseguire uno specifico lavoro di potenziamento "indoor" e delle attività alternative per mantenere una buona efficienza aerobica...



I PRINCIPI DEL PILATES


Il Metodo Pilates è una tecnica di movimento, che insegna attraverso ad un miglior equilibrio, armonia e fluidità, ad assumere una corretta postura. L’obiettivo del suo ideatore, Joseph Hubertus Pilates, era quello di rendere le persone consapevoli del proprio corpo...  



IL SISTEMA TABATA


Tabata e' un programma di allenamento le cui caratteristiche primarie sono la breve durata e l'alta intensità. Infatti dura appena 4 minuti.La metodica allenante che ho appena introdotto è nota come il protocollo Tabata. Trae il nome proprio dal Dott.Izumi Tabata...  



ALTRI ASPETTI DA CONSIDERARE NELLA TECNICA DI REMATA


 In questo articolo approfondiremo invece alcuni aspetti che devono essere presi in considerazione sopratutto adesso che abbiamo memorizzato le vari fasi di una remata...



ALLENARE I GLUTEI


Il Gluteo è il muscolo più forte del corpo, subito dopo il Massetere (principale muscolo masticatore) ed è formato da tre diversi muscoli: Grande, Piccolo e Medio Gluteo. Come possiamo osservarli nella figura sovrastante...




  Privacy Policy

Dott. Elia Zappia - Corso Vittorio Emanuele 2 10121 Torino - tel. +39 011 19708626 - fax. + 39 3493618720 - e-mail: elia.zappia@gmail.com - News

Top Free Bets Bonuses view here.

Per offrire un'esperienza di navigazione migliore, questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra cookie policy.